Il signore delle mosche (Lord of the flies)

William Golding

Un aereo cade su un’isola deserta mentre è in corso un conflitto planetario. Sopravvivono solo alcuni ragazzi che si mettono subito all’opera per riorganizzarsi senza l’aiuto e il controllo degli adulti. Sembra il prologo ideale per un romanzo d’avventura che celebri il pragmatismo e il senso della democrazia britannici. Qualcosa invece comincia a non funzionare come dovrebbe, emergono paure irrazionali e comportamenti asociali, da cui si sviluppa una vicenda che metterà a nudo gli aspetti più selvaggi e repressi della natura umana. “Il Singore delle mosche”, 14 milioni di copie vendute solo nei paesi di lingua inglese, è la prova d’esordio e il manifesto di William Golding, premio Nobel per la letteratura nel 1983, che ama riconoscersi e riassumersi in questa frase: “L’uomo produce il male come le api producono il miele”.

Recensione: Il signore delle mosche (Lord of the flies)

Post simili:

If you enjoyed this post, please consider to leave a comment or subscribe to the feed and get future articles delivered to your feed reader.

One Response to “Il signore delle mosche (Lord of the flies)”
  1. smile
    20:00 on September 13th, 2011

    Its like you read my mind! You appear to understand so much approximately this, like you wrote the ebook in it or something. I believe that you could do with some % to force the message house a bit, but other than that, this is great blog. A great read. I will definitely be back.

Leave a comment

(required)

(required)


*

Categories