La nuova classe Hacker

Il carissimo amico GF ha passato ieri in una lista un interessante articolo apparso sull’Espresso online che riporta un’intervista all’ustraliano studioso di media McKenzie Wark.
Il professor Wark recentemente ha pubblicato il suo libro “Un manifesto hacker“, dove esamina un nuovo conflitto sociale tra la classe hacker e una nuova classe chiamata vettoriale.
L’hacker non e’ sicuramente quello che molti pensano, il pirato informatico, ma una nuova classe di “produttori” dell’informazione contrapposti ai “vettoriali”, nuovi “capitalisti” dei mezzi di comunicazione.
Il libro riflette il pensiero sul problema della libera informazione in un mondo dove la condivisione e la produzione di quest’ultima e’ resa assai facilitata dai mezzi ma purtroppo spesso controllata da chi possiede queste risorse per veicolarla, produrla e archiviarla.
L’intervista comincia cosi’:

Professor Wark, chi è per lei un hacker?
«Chiunque produca nuove informazioni è un hacker. Non importa che si occupi di musica o chimica, di romanzi o di programmi per computer: tutti questi sono modi di “performare un hack”».

….

Fonte: Espresso

Post simili:

If you enjoyed this post, please consider to leave a comment or subscribe to the feed and get future articles delivered to your feed reader.

3 Responses to “La nuova classe Hacker”
  1. D White
    23:40 on April 30th, 2011

    Merci, excellent article, tres interessant!

  2. Wallpaper - The Glider
    23:34 on May 26th, 2005

    […] llpaper – The Glider
    May 26, 2005 on 11:33 pm | In wallpaper, art |

    Si parlava di Hacker mi e’ venuto in mente quella che sembra essere la proposta piu […]

  3. Fabry
    14:36 on May 25th, 2005

    Articolo interessante, grazie per l’info! ;)

Leave a comment

(required)

(required)


*

Categories